Manutenzione estintori

manutenzione estintori

Antincendio Sestese ha un'esperienza ultra ventennale nel campo della manutenzione estintori e servizi antincendio e sicurezza in genere. Servizi svolti con puntualità, nella scadenza mensile, gestite da un avanzato sitema di controllo informatizzato e nei termini di legge da tecnici qualificati.

Contattaci per un preventivo gratuito

CONTATTI ANTINCENDIO SESTESE

Forniamo una vasta gamma di prodotti per quanto riguarda la manutenzione degli estintori, materiale pompieristico (idranti antincendio, naspi, cassette antincendio...) attrezzature DPI antincendio (giacche antincendio, caschi antincendio,...) abbigliamento antinfortunistico Per informazioni sui prezzi, su quali e quanti estintori collocare in azienda, sulla ricarica degli estintori, sui collaudi delle manichette, sulle normative antincendio, ecc. siamo a vostra completa disposizione, gratuitamente e senza impegno, puoi scorrere le ns. innumerevoli guide sul sito

La nostre rete commericale e tecnica copre tutta la Lombardia
  • Forniamo una vasta gamma di prodotti per quanto riguarda la manutenzione degli estintori
  • materiale pompieristico (idranti antincendio, naspi, cassette antincendio...)
  • attrezzature DPI antincendio (giacche antincendio, caschi antincendio,...)
  • abbigliamento antinfortunistico
  • Per informazioni sui prezzi, su quali e quanti estintori collocare in azienda, sulla ricarica degli estintori, sui collaudi delle manichette, sulle normative antincendio, ecc. siamo a vostra completa disposizione, gratuitamente e senza impegno, puoi scorrere le ns. innumerevoli guide sul sito

Informazioni sulla manutenzione estintori

Scarica il PDF sulla manutenzione estintori

Estintori portatili

L'’estintore deve essere segnalato tramite idoneo cartello (disegno bianco su fondo rosso) e possibilmente provvisto di un numero progressivo d’identificazione; l’estintore deve essere facilmente individuabile, libero da ostacoli ed immediatamente utilizzabile; deve essere presente il dispositivo di sicurezza contro gli azionamenti accidentali; i contrassegni distintivi dell’estintore devono essere facilmente leggibili; l’indicatore di pressione deve essere compreso all’interno della zona verde; l’estintore deve essere mantenuto in buono stato (ad es.: non deve essere presente della ruggine, deve essere presente il manicotto di erogazione ecc.); il cartellino di manutenzione deve essere sempre presente e correttamente compilato”;

In merito all’uso e alla manutenzione degli estintori si fa riferimento alla norma UNI 9994-1:2013.

Controllo iniziale degli estintori (Presa In Carico)

L’esame dell'estintore deve essere eseguito a cura dell’azienda di manutenzione a cui è stato conferito l’appalto e/o subentrante che deve verificare che:

• sia resa disponibile la piantina della localizzazione degli estintori presenti nel condominio
• gli estintori siano manutenzionabili (vedi paragrafo 6 UNI 9994-1);
• le marcature siano presenti e leggibili;
• esistano le registrazioni delle attività di manutenzione precedenti;
• sia disponibile il libretto di manutenzione ove previsto.

Qualora i documenti non siano disponibili, o siano solo parzialmente disponibili, il manutentore deve registrare l’esito e comunicare all’Amministratore la non conformità rilevata.

La Sorveglianza degli estintori 

Consiste nella misura di prevenzione atta a controllare l’estintore nella posizione in cui è collocato, con particolare riferimento ai seguenti aspetti:

  1. l’estintore sia presente e segnalato con apposito cartello, secondo quanto prescritto dalla legislazione vigente;
  2. l’estintore sia chiaramente visibile, immediatamente utilizzabile e l’accesso allo stesso sia libero da ostacoli;
  3. l’estintore non sia stato manomesso, in particolare non risulti manomesso o mancante il dispositivo di sicurezza per evitare azionamenti accidentali;
  4. i contrassegni distintivi siano esposti a vista e siano ben leggibili;
  5. l’indicatore di pressione, indichi un valore di pressione compreso all’interno del campo verde;
  6. l’estintore non presenti anomalie, quali ugelli ostruiti, perdite, tracce di corrosione, sconnessioni o incrinature dei tubi flessibili, ecc.;
  7. l’estintore sia esente da danni alle strutture di supporto e alla maniglia di trasporto;
  8. il cartellino di manutenzione sia presente sull’apparecchio e sia correttamente compilato.

Le anomalie riscontrate devono essere eliminate.

Il Controllo degli estintori

Consiste nella misura di prevenzione atta a verificare, con frequenza semestrale, l’efficienza dell’estintore, tramite effettuazione dei seguenti accertamenti:

  1. verifiche di cui alla fase di sorveglianza;
  2. per gli estintori portatili: i controlli previsti al punto "verifica" della UNI EN 3-2 (accertamento della pressione interna);
  3. per gli estintori portatili a biossido di carbonio: i controlli previsti nel punto "Verifica" della UNI EN 3-2 (accertamento dello stato di carica tramite pesatura);

Le anomalie riscontrate devono essere eliminate, in caso contrario l’estintore deve essere dichiarato non idoneo, sospeso dall’esercizio e sostituito.

La Revisione dell'estintore

Consiste nella misura di prevenzione, di frequenza pari a quella indicata nella tabella sottostante, atta a verificare e rendere perfettamente efficiente l’estintore, tramite l’effettuazione dei seguenti accertamenti e interventi:

Il produttore deve fornire tutte le indicazioni utili per effettuare la revisione.

Estintore

Frequenza massima per la revisione

Polvere

36 mesi

Anidride carbonica CO2

60 mesi

Schiuma

24-48 mesi

Il collaudo dell'estintore

Ovvero consistente in una misura di prevenzione atta a verificare, con la frequenza sotto specificata, la stabilità del serbatoio o della bombola dell’estintore, in quanto facenti parte di apparecchi a pressione.
Gli estintori devono rispettare le prescrizioni della legislazione vigente in materia di apparecchi a pressione.
Gli estintori e le bombole di gas ausiliario che non siano già soggetti a verifiche periodiche secondo la predetta legislazione, devono subire un collaudo periodico ogni 6 anni, consistente in una prova idraulica della durata di 1 min. ad una pressione di 3,5 Mpa, ad eccezione degli estintori a CO2 e delle bombole di gas ausiliario a CO2 per i quali la pressione di prova deve essere di 25 Mpa.
Al termine della prova non devono verificarsi perdite, trasudazioni, deformazioni o dilatazioni di sorta.
La data di collaudo e la pressione di prova devono essere riportate sull’estintore in modo ben leggibile, indelebile e duraturo.

Tipo di Estintore

Frequenza massima per il collaudo

Polvere

12 anni

Anidride carbonica CO2 ≥ Kg 5

10 anni

CARTELLINO DI MANUTENZIONE DELL'ESTINTORE

Il cartellino di manutenzione deve essere apposto dalla società incaricata di effettuare il servizio di manutenzione.
Ogni estintore in esercizio deve essere dotato del cartellino di manutenzione. Quando si effettua per la prima volta il controllo iniziale, se presente il cartellino del precedente manutentore deve essere rimosso e sostituito con quello della società incaricata di effettuare il servizio di manutenzione.
Sul cartellino deve essere obbligatoriamente riportato:

  1. numero di matricola o altri estremi di identificazione dell’estintore;
  2. ragione sociale e indirizzo completo ed altri estremi di identificazione dell’azienda incaricata della manutenzione;
  3. tipo dell’estintore;
  4. massa lorda dell’estintore;
  5. carica effettiva;
  6. tipo di fase effettuata;
  7. data dell’intervento (mese/anno nel formato mm/aa);
  8. scadenza del prossimo controllo ove previsto da specifiche normative (mese/anno nel formato mm/aa) (ADR);
  9. sigla o codice di riferimento o punzone identificativo del manutentore.
  10. La persona responsabile deve predisporre e tenere aggiornato un registro, FIRMATO DALLA STESSA PERSONA RESPONSABILE, in cui sono registrati i lavori volti e lo stato in cui si lasciano gli estintori.

Contattaci per un preventivo gratuito

CONTATTI ANTINCENDIO SESTESE