aerosol antincendio

Impianti aerosol

Gli aerosol offrono un metodo unico di estinzione degli incendi per mezzo di una dispersione ultrafine di particelleerogatore-aerosolcondensate di carbonato di potassio e gas inerti. Fumo. Il sistema di spegnimento si basa sull’impiego, quale agente estinguente, di un aerosol a base di Carbonato di Potassio sviluppato da una miscela solida definita “compound”, contenuta in erogatori in acciaio dotati di griglie per l’espulsione in ambiente e definiti “generatori di aerosol”. La dispersione ultrafine, nel volume protetto, di particelle solide sospese in un gas inerte consente l’estinzione degli incendi. Il meccanismo di spegnimento dell'aerosol è il blocco dell’autocatalisi che consiste nell’inibizione chimica della combustione a livello molecolare, senza che ciò comporti nessuna riduzione del tenore di ossigeno presente nell’ambiente. Le dimensioni delle particelle di aerosol immesse sono pari a un diametro compreso tra i 0.5 e 4 μ. L’aerosol immesso in ambiente verrà raffreddato, mediante il generatore, per effetto di un’azione di raffreddamento meccanico/fisico o per effetto di un’azione chimica a seconda del generatore scelto.

Applicazioni aerosol


L’aerosol agisce sia come agente estinguente ad irrorazione diretta, per protezioni ad oggetto, che come un agente a saturazione, per applicazioni total flooding, essendo capace di spegnere focolai non irrorati direttamente ed avendo un
lungo tempo di decadimento di questa capacità. La tecnologia ad aerosol è idonea per l’estinzione di incendi di classe A, B, C ed E con particolare efficacia per la classe B ed E che riguarda gli incendi di materie plastiche e materiali derivati da idrocarburi. I campi di applicazione, al pari di altri agenti a saturazione, riguardano la protezione di beni e di dati per i quali sarebbe impensabile utilizzare tecnologie efficaci nello spegnimento, ma invasive nel danneggiamento indotto. Vi sono, inoltre, numerose applicazioni per la protezione di vani motore e vani tecnici nei trasporti su gomma, ferroviari e navali.

per informazioni contattaci


Vantaggi impianti aerosol

  • I principali vantaggi legati all’adozione di un agente estinguente ad aerosol sono di seguito elencati:
  • Assenza di parchi bombole, tubazioni, collettori ed ugelli e quindi dei relativi ingombri, pesi e necessari collaudi periodici;
  • abbattimento dei costi e dei tempi di installazione, infatti, l’impianto richiede solo il fissaggio dei generatori, il collegamento delle linee di segnalazione ed alimentazione elettrica con il comando di attuazione della centrale di rivelazione incendi;aerosol portatile
  • Assenza di contenitori ad alta o altissima pressione;
  • Estinzione dell’incendio in tempi molto rapidi, senza alcuna riduzione del tenore di ossigeno;
  • Assenza di sovrapressioni considerevoli nell’ambiente di immissione e dei relativi dispositivi come serrande di sovrapressione e test quali il “door fan test”, in quanto eventuali perdite, causate da non perfetta ermeticità, di estinguente dal volume protetto, vengono calcolate e compensate in fase progettuale attraverso un incremento della concentrazione estinguente;
  • Flessibilità dell’impianto, legata alla capacità di adattamento alle mutate esigenze (variazione di compartimentazioni, di destinazione d’uso dei locali e degli arredi interni);
  • Tempi veloci di ripristino in caso di avvenuta scarica legati alla sola sostituzione dei generatori esauriti;
  • Costi di manutenzione impianto fortemente ridotti e service life del prodotto compreso tra i 10-15 anni.

Il sistema di spegnimento ad aerosol dovrà rispettare i requisiti essenziali di seguito indicati:
- Umidità fino al 98% U.R.
- Conducibilità elettrica Paragonabile ad aria secca
- Corrosività assente
- Shock Termico assente
- Scariche elettrostatiche assenti
- Fenomeni di Condensa assenti
- Residui dopo l’estinzione trascurabili